FONDO ASILO, MIGRAZIONE E INTEGRAZIONE (FAMI) 2014-2020 0S2-ON3
Obiettivo Specifico 2.Integrazione / Migrazione legale – Obiettivo nazionale ON 3 – Capacity building – lettera j)
Governance dei servizi – Supporto agli Enti locali PROG-3083

Siamo lieti di presentarvi e di invitarvi al cineforum che si terrà al Polo Comune dei Popoli in via Minniti 4 a Ortigia, mercoledì 1 giugno e mercoledì 15 giugno 2022.

Mercoledì 1 giugno si proietterà Tumarankè, un film per cui stati coinvolti circa 40 giovani migranti in un workshop di educazione all’immagine e filmaking, volto a sensibilizzare e stimolare il loro sguardo sulla realtà per imparare a esprimersi e mettersi in gioco, utilizzando in modo più consapevole lo strumento che hanno nelle loro tasche, lo smartphone. Tumaranké è una parola della lingua bambara che definisce “chi si mette in viaggio alla ricerca di un futuro migliore”. I giovani “viaggiatori” sono i protagonisti di questo documentario. Sono minori, sono soli e arrivati da poco in Italia. Dopo un workshop di educazione all’immagine e visualstorytelling durato un anno, attraverso la lente del loro smartphone si raccontano e riprendono la realtà dal loro personalissimo punto di vista. Ne esce uno spaccato della loro vita in Italia, la comunità dove risiedono, le nuove amicizie, i sogni, le fragilità, i momenti di solitudine, e poi l’inserimento in un nuovo paese dove giorno dopo giorno, mentre imparano una lingua, scoprono e ci fanno scoprire una cultura dell’inclusione possibile, gettando così le fondamenta per un futuro comune. Si chiama Re-Future e già nel nome dichiara un orizzonte d’azione, lavorare oggi pensando al futuro dei rifugiati, per porre le basi della società accogliente e transculturale di domani. Il progetto è dedicato alla fascia più vulnerabile di migranti, i minori non accompagnati e nasce dall’incontro tra il team creativo della Dugong Films, società di produzione audiovisiva, specializzata in opere che coniugano ricerca artistica e temi sociali, e Accoglierete. 

Mercoledì 15 giugno sarà proiettato Miracolo a Le Havre.  Il film racconta le vicende di un lustrascarpe che cerca di salvare un ragazzino africano immigrato illegalmente nel porto francese di Le Havre. Il protagonista, Marcel Marx, è un ex scrittore bohémien divenuto lustrascarpe, sposato con Arletty. I due anziani coniugi conducono una vita dimessa in un quartiere povero di Le Havre. Un giorno Marcel incontra Idrissa, un ragazzo di colore appena arrivato dall’Africa e ricercato dalla polizia perché immigrato clandestinamente. Decide di aiutarlo e di nasconderlo a casa propria finché non riesce a raccogliere il denaro necessario a pagare al ragazzo un viaggio da clandestino attraverso La Manica verso Londra, per ricongiungerlo alla madre. Nel contempo il protagonista deve affrontare il ricovero della moglie, colpita da una malattia giudicata incurabile dai medici. Il protagonista riesce nell’impresa di salvare il ragazzino africano dall’espulsione, aiutato dalla solidarietà del quartiere e da un commissario di polizia compiacente. L’intera vicenda aiuterà il protagonista a divenire più maturo e responsabile; inoltre la insperata guarigione della moglie e il successo nel ricongiungere il ragazzino alla madre costituiscono per Marcel e l’intero quartiere un duplice miracolo, sottolineato nel finale dalla inconsueta fioritura del ciliegio del protagonista.

L’ingresso a entrambe le proiezioni è gratuito e aperto a tutta la cittadinanza. Vi aspettiamo!